Tuesday, May 8, 2012

Freaks - I segni.

Si dice che il primo dell'anno la prima persona che si deve vedere o sentire al mattino appena svegli debba essere un "uomo", pena la sfiga tutto il resto dell'anno.
Applichiamo questo semplice principio anche al resto della quotidianità annuale e vediamo cosa succede.
Per esempio cosa vuol dire quando esci di casa e la prima cosa che vedi in successione sono un gruppo di tre tetraplegici in sedia a rotelle seguiti, due vie dopo, da due paralizzati novantenni sempre in sedia a rotelle con ossigeno, e dirigendosi verso via Dante, ma potrebbe essere qualsiasia altra via, un nano ipofisiario (toh, un cugino genetico) che appollaiato su un predellino mi fissa con fare ipnotico.
Come interpretare tutto ció?
È del tutto casuale o anche nel caso esiste un modo per interpretare le figure pittoresche presentantisi?
Amo pormi domande più che risposte, si è capito da un pezzo.
Ma cerchiamo di mettere da parte l'ipocrisia e il benpensiero falsamente buonista e analizziamo la cosa sotto un altro punto di vista.
Quello dell'esempio opposto.
Putacaso (dal vocabolario: "puttana" + "caso").
Mi sveglio, faccio le mie abluzioni, le mie somministrazioni, etcetera etcetera.
Poi scendo in istrada e in successione.
Vedo una bella figa che mi sorride. Due belle fighe che mi sorridono. Giro l'angolo ed ecco altre tre belle fighe che mi salutano.
Fanno ciao con la manina.
L'ottico che mi offre un caffè.
Il barista che mi offre due dita di San Pellegrino.
20 gradi senza vento.
Rispunta il cardigan che ho perso l'altro giorno facendo un caso di stato.
Faccio il gratta e vinci e vinco.
Come interpreto questi altri segni invece?
Che senso ha tutto ció?
Non cercheró di cavare un ragno dal buco, che magari nel suo buco ci sta pure bene, ma mi impegneró a guardare avanti. Sicuramente dietro il prossimo angolo ci sarà un jolly di positività e allegria.
Dó un occhiata.
Nano cieco sull'ottantina con bastone in successione a obesa zingara meridionale con baffi e ciabatte rotte. Piedi ormai uno zoccolo caprigno biparte.
Ottimo. Un'escalation di freaks.
Finite le commissioni ritengo opportuno far dietro front e rinchiudermi in casa al sicuro per nutrirmi con qualcosa di proteico.
Ma in effetti mi aspetta la palestra con la settantenne con perizoma tigrato, convinta di essere ancora alla Francesco Conti nell'82; oppure "Sorriso", il laido che puzza di dado Knorr. E sono in una palestra tra le migliori sottolineo, meno male direte voi.
Mi si darà del superficiale, ma cazzo, gli occhi son fatti per guardare, non solo per cliccare "mi piace" sulle foto o per re-twittare i post intelligenti dei colleghi impiegati.
Le belle cose sono solo su internet? O il brutto ci serve per apprezzare meglio la bellezza (che si nasconde a quanto pare)?
Vabè mangio e mi alleno.
E quindi?
E quindi on my way back home incontro in successione.
Il solito spastico con il deambulatore ortopedico; bambino cinese di max 8 anni obeso sui circa 100 chili; e dulcis in fundo?
Rullo di tamburi.
Non ridete che porta male.
Comitiva dell'Anfas con assortimento di teste microscopiche e sindromici di Down.
Allora mi chiedo. Sta succedendo qualcosa?
Questo non è più un segno. È un evento, un epifania orgiastica!
Qualcuno ci sta lucrando, o sono pazzo e li vedo solo io?
Non vorrei aggiungere le moltitudini di teste alla El Shaarawy, ma tocca farlo, perchè mi ricordano tanto i crani modificati degli Aztechi in attesa della fine del mondo.
Ecco il segno: si avvicina l'apocalisse.
Era ovvio, del resto, che l'apocalisse non fosse annunciato da un gruppo di veline, ma da un ensamble di figure diciamo particolari.
Vorrei tanto un Martini molto secco, gin Hendricks (l'ho rivalutato), e cucumber peel.

Ps: nella foto, un pissoir apposito per nani

7 comments:

  1. in via Dante succede di tutto!

    ReplyDelete
  2. Replies
    1. In centro a Milano.
      Succede di tutto...
      Lord

      Delete
  3. Putacaso.
    Non mi tengo più dal ridere.
    Probabilmente però la fine del mondo è vicina per quanto riguarda il centro, da MM Sondrio in poi per ora siamo salvi

    ReplyDelete
  4. Si ma tu non ci potrai credere. Il giorno dopo vado alla Siae a sbrigare delle pratiche. Mi siedo ad un bar per compilare delle partiture.
    Chi arriva?
    COMITIVA ANFAS.
    L.

    ReplyDelete
  5. sei stato prescelto per annunciare la fine!

    ReplyDelete